{

MOVIMENTO 5 STELLE MASCALUCIA

MassanunziataMascaluciaMascaluciaMascaluciaMascalucia
{
{

Salute e Ambiente

sono strettamente connessi. È impensabile poter vivere bene in un territorio dove queste due dimensioni sono gestite separatamente.

{

facebook
twitter
gplus
youtube

ELEZIONIMASCALUCIA.IT @ All Right Reserved 2018 |  AMMINISTRATORE  SEBASTIANO CATANIA                                                                                                     email:     info@mascalucia5stelle.it

Bisogna tornare a connettere l’azione umana

(lavoro, mobilità, tempo libero) con i cicli della vita basati su Acqua, Terra e Aria, che garantiscono il benessere dell’uomo nel contesto naturale e civile entro cui si svolge la sua esistenza.


Fino ad oggi nel nostro paese la gestione dei rifiuti e della mobilità non ha avuto un adeguato indirizzo politico atto a determinare una radicale svolta culturale e pratica.

1.   RIFIUTI = RISORSE

  • Fino ad oggi la gestione dei rifiuti non è stata in linea con le Direttive Europee, avvelenando il territorio e lasciandolo alla mercé di interessi speculativi.
  • Crediamo che il  Rifiuto possa e debba essere trasformato in Risorsa, concetto disatteso dalle passate amministrazioni. Oggi il rifiuto è solo un costo economico e ambientale per la nostra Comunità.
  • Crediamo nella Regola delle 4R: Riduci – Riusa – Ricicla – Recupera.

 

OBIETTIVI

  • Riduzione: produrre meno rifiuti per ridurre i costi di conferimento in discarica.
  • Riutilizzo: incentivare a utilizzare più volte una cosa prima di gettarla.
  • Riciclo: selezionare i rifiuti attraverso una migliore raccolta differenziata.
  • Riciclo: valorizzare il rifiuto come una risorsa. Il Cittadino deve sapere dove vanno a finire i rifiuti e quali vantaggi se ne ottengono.

 

La comunicazione, le istruzioni, i vantaggi relativi ad una corretta gestione dei rifiuti devono essere chiari per tutti i tipi di utenze (privati, aziende, associazioni, scuole…).

 

Azioni

  • Cumulabilità degli sgravi.
  • Politiche premianti per i cittadini virtuosi.
  • Garanzia di accessibilità al servizio per tutte le utenze.
  • Reintroduzione degli Ispettori Ambientali Volontari Comunali (I.A.V.C.) quale organo di controllo del territorio.
  • Organizzazione del mercato rionale in termini di buone pratiche e rispetto del suolo pubblico.
  • Regolamentazione e obbligo della raccolta differenziata per i condomini, le scuole, le utenze commerciali, gli uffici pubblici

 

(una puntuale regolamentazione e il rispetto delle regole consentono di abbattere i costi di smaltimento e la tassazione anche per le utenze commerciali).

 

  • Identificazione e bonifica delle discariche abusive. Prevenzione del fenomeno delle discariche abusive.
  • Incentivazione dell’utilizzo del CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA (CCR), attraverso politiche premianti.
  • Radicale Riforma della MOSEMA nella governance e nella gestione.
  • Normalizzazione e potenziamento del compostaggio domestico a tutto il territorio di Mascalucia ed introduzione del compostaggio collettivo per i Cittadini che non possiedono un giardino. 

 

Il potenziamento del compostaggio domestico, oltre ad essere un’azione che permette di ridurre i rifiuti e i costi, consente la creazione di compost utile sia in terreni privati che comunali, come orti sociali, giardini, aree a verde, orti scolastici.

Mercatini

 

 

2.  IDEE VERDI

  • Incentivazione sul territorio della presenza di mercatini del riuso (baratto, rigattiere etc.) e realizzazione con fondi europei di un centro per la riparazione, il riuso, la decostruzione e la ricostruzione di beni durevoli nel nostro territorio.
  • Redazione  del  Piano contro l’inquinamento acustico in applicazione delle  normative nazionali ed europee.
Parco Verde

3.  MASCALUCIA VERDE

  • Aumento, miglioramento e soprattutto mantenimento della cura del verde pubblico.
  • Coinvolgimento dei  cittadini  a mezzo del regolamento che permette l’adozione del  verde pubblico anche con sgravi  tributari.
  • Realizzazione di un Piano di aree verdi sportive, palestre urbane e parchi della salute sia nel centro sia nelle zone periferiche, che diventino centro di aggregazione sociale per giovani, adulti e anziani.
  • Decementificazione e rimboschimento delle aree adibite a verde pubblico.

 

Un esempio concreto è la riqualifica dell’area antistante il cimitero  in  zona  verde con rimozione del manto stradale, applicazione di pavimentazione drenante, potenziamento del percorso sportivo per diverse età, installazione di attrezzature ludico-sportive.​

Randagismo

4.   RANDAGISMO

  • Ottimizzazione delle risorse destinate al controllo del randagismo ed applicazione puntuale e rigorosa delle leggi sulla tutela degli animali.
  • Tutor per i cani di quartiere.
  • Collaborazione con le associazioni animaliste attive sul territorio.
  • Regolamento sulla tutela e tutoraggio degli animali.
  • Studio di fattibilità di un canile comunale.
alimentazione sana

5.  ALIMENTAZIONE SANA

  • Programma comunale di informazione sulla sana alimentazione. Implementazione di un piano di sicurezza alimentare e corretta  alimentazione in tutte le scuole del territorio.
  • Mercato agricolo di prodotti biologici certificati e a “chilometro zero”.
  • Incentivazione di una rete di produttori agricoli professionali e a produzione familiare a “chilometro zero” per soddisfare la domanda di  prodotti locali per i cittadini e per i ristoranti di Mascalucia.
  • Attivazione di una rete contro lo spreco alimentare che coinvolga negozi, supermercati, associazioni.
  • Incentivazione al recupero dei vigneti, delle colture e delle vecchie case rurali.
acqua

 

6.  ORTI SOCIALI PUBBLICI E PRIVATI

  • Sfruttamento del territorio pubblico e privato per fini di colture civiche.

 

7.  ACQUA

L’acqua è un bene pubblico primario da preservare e non sprecare. Tutti i cittadini hanno diritto ad acqua potabile certificata.

 

Azioni

  • Piano di controllo e di informazione sulla qualità dell’acqua domestica al fine di ridurre l’acquisto di acqua imbottigliata, con conseguente beneficio economico per le famiglie e minore produzione di plastica.

 

       Riduzione di costi  per i cittadini e anche per il Comune attraverso la riduzione dei rifiuti          da smaltimento.

 

  • Ripristino sorvegliato delle fontanelle nel territorio comunale.
  • Osservatorio comunale per il monitoraggio della qualità del sistema da parte degli Acquedotti distributori.

8.  QUALITÀ DELL’ARIA

  • Sistema di monitoraggio e controllo della qualità dell’aria nei centri storici e  nei pressi delle scuole.
  • Campagna di monitoraggio e misura presso le scuole e gli edifici pubblici   del gas radon.

 

Il gas radon è inodore ed è potenzialmente presente in molti ambienti chiusi a causa delle salazione provenienti dal sottosuolo vulcanico. Il radon, essendo altamente cancerogeno, ha valori soglia prescritti dalla legge. Può capitare di ammalarsi di cancro ai polmoni in ambienti che possono essere saturi di radon.

 

  • Campagna di informazione alla cittadinanza sul contenimento del radon negli edifici privati.
  • Sostituzione graduale dell’attuale parco di auto e mezzi comunali con mezzi a trazione elettrica o idrogeno accedendo ai fondi europei con progetti innovativi dedicati (PAES).
  • Incentivazione all’uso di veicoli elettrici e collocazione nel territorio comunale di colonnine per la ricarica elettrica.
Create a website