lunedì 29 maggio 2017

MASCALUCIA: Bilancio o Sbilancio nel vuoto?


Il 19 Maggio 2017 in terza convocazione (su un paese di circa 30 mila abitanti bastano 7 Consiglieri per aprire la seduta e 4 per approvare una Proposta di Delibera) viene approvato il Bilancio di previsione 2017/2019 del Comune di Mascalucia.

Ecco le motivazione del nostro NO.


Malgrado l'Assessore e la Giunta vantino un bilancio saldo, la situazione ci appare tutt'altro che rasserenante.

1) La situazione di cassa al 31 Dicembre del 2014 era di 3.176.655,62, mentre al 31 Dicembre del 2016 il Comune è in anticipazioni da estinguere per un valore di 2.327.088,17. In più in Consiglio, come è visionabile nella registrazione della seduta, la nostra Portavoce chiede a quanto ammontino le anticipazioni a tutt'oggi, e la risposta è di circa 4 milioni.

2) Il Comune ha previsto di incassare per il 2017 un importo di 900 mila euro di contributi per permesso a costruire. Cifra che risulta in aumento rispetto al 2016 in cui la somma prevista era di 800 mila euro. Questo dato ci sembra in contrasto con le scelte decise nel 2014 attraverso le Direttive Generali del nuovo prg (in fase di approvazione con il commissario designato) il quale è centrato sostanzialmente sulla tutela del territorio, nei suoi vari aspetti, soprattutto attraverso un contrasto alla speculazione edilizia passata che ne ha compromesso l'equilibrio.

Inoltre, sempre nel merito dei contributi per permesso a costruire, il Comune ne utilizza il 75%  per finanziare la spesa corrente. 

A tal proposito, il Collegio dei Revisori dei Conti, nel parere sul bilancio di previsione 2017/2019 si esprime puntualizzando che "Tale atteggiamento seppur legittimo denota un'intrinseca debolezza di bilancio, poichè finanzia spese corrente con spese in conto capitale aventi natura incerta".

C'è da considerare che dal 2018 entrerà in vigore parte della Legge 232 del 2016  nel merito del Bilancio di Previsione per l'anno 2017 e per il triennio 2017/2019, per cui dall'anno prossimo attraverso l'attivazione dell'art.1 comma 460, 461 della  Legge 232/2016, le carte in gioco cambieranno e ai Comuni non sarà più concesso per la maggior parte dei casi, l'utilizzo di tali somme per le spese correnti. 

Cosa succederà quindi tra un anno allo scadere di questa amministrazione? Che bilancio verrà lasciato alla prossima squadra governante?

I Revisori dei Conti a tal proposito,  specificano che, negli anni a seguire occorrerà "programmare attività tese alla previsione di spese correnti finanziate unicamente da entrate correnti". 

La situazione di cassa, non fa pensare a nulla di buono. 

Come abbiamo già descritto circa un anno fa pubblicando il saldo di cassa al mese di Aprile 2016 che allora risultava essere di -2.406.432,62, la situazione seppur fosse stabile (ma stabile non è) non risulterebbe comunque rassicurante.

Si palesa una situazione economicamente fragile, per la cassa comunale, e noi disapproviamo questo modus operandi, che ha portato fin qui, solo indebolimento e pochi risultati tangibili per la Cittadinanza.




La Portavoce al Consiglio Comunale di Mascalucia Agata Montesanto
Il Meetup Amici di Beppe Grillo Mascalucia
   

Nessun commento:

Posta un commento