martedì 28 giugno 2016

CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA dati SCORAGGIANTI




Su 12755 contribuenti TARI  tra gennaio e maggio 2016 solo 127 utenti hanno utilizzato il Centro di Raccolta Comunale di via Santa Margherita a Mascalucia (CT). Questi sono i dati pervenuti  attraverso una Interrogazione a risposta scritta da parte della nostra Portavoce Agata Montesanto, che potete visionare per intero QUI.

Attraverso l'Interrogazione, i dati ricevuti dal responsabile U.O. Igiene pubblica e Gestione Ciclo Rifiuti e dal Capo Area Urbanistica,  parlano di 210 utenti per l'anno 2015 e di soli 127 utenti per i primi 5 mesi del 2016.

E' un dato scoraggiante, considerato l'estremo bisogno di ridurre la produzione di rifiuti e consentire l'abbassamento dei costi. 

I dati pubblicati sul sito del Comune, sotto nostra proposta nella sezione "informazioni Ambientali" (sezione Amministrazione Trasparente)parlano del raggiungimento del 21,07% per l'anno 2015, ma siamo purtroppo lontani da quello che è previsto dalla legge Regionale n.9 del 2010 che prevedeva l'obbligo per i Comuni di raggiungere entro l'anno 2015 il 65% di raccolta differenziata con un recupero materia del 50%, motivo per cui con l'eco-tassa regionale per il mancato raggiungimento della percentuale, ogni contribuente avrà un'aggravio di circa 70 euro. 


Ci chiediamo cosa abbia fatto questa Amministrazione per incoraggiare l'utilizzo del C.C.R. in questo anno e mezzo, per aumentare il numero delle utenze che la utilizzano, per sensibilizzare  la Cittadinanza attraverso una comunicazione programmata e una politica premiante

Chi è virtuoso deve essere premiato, chi non lo è deve essere incentivato a diventarlo. 

Per questo avevamo proposto nei mesi scorsi la modifica al Regolamento Comunale IUC per permettere di rendere cumulabili gli sgravi ed ottenere una
percentuale maggiore di esonero per i cittadini virtuosi. Proposta di emendamento poi bocciata in Consiglio. 

Ci chiediamo quanto giovamento  avrebbe portato un utilizzo maggiore e più incisivo del centro di raccolta, incremento che deve avvenire, al fine di ridurre i costi e soprattutto vedere il risultato tangibile nei proventi dei materiali differenziati conferiti nelle piattaforme.  



Molti Cittadini hanno  lamentato da subito la difficoltà di conferimento a causa della mancanza della rampa di accesso ai cassoni. Appare difficile e per molti impossibile poter conferire al loro interno, perchè per raggiungere la loro altezza si accede utilizzando delle scale, pensate alle persone anziane o che vanno a conferire da sole, le quale preferiscono piuttosto abbandonare l'idea di recarsi all'Isola e lasciare i materiali davanti la porta di casa ...come è possibile che dopo un anno mezzo la situazione non sia cambiata? Gli stessi cittadini lamentano un conferimento approssimativo nel merito del rilascio degli scontrini per pesare i materiali. Sono stati effettuati dei controlli da parte dell'Amministrazione? 

Con questi dati non si raggiunge neppure l'1% dei contribuenti.

Possiamo definirlo un fallimento? Un fallimento voluto? Un fallimento da pubblica indifferenza? Un fallimento perchè il servizio non è stato pubblicizzato? Un fallimento a causa di chi e di cosa? Vogliamo risposte.

La Portavoce al Consiglio Comunale Agata Montesanto 
Il Meetup Amici di Beppe Grillo Mascalucia. 






2 commenti:

  1. Non c'è diffusione di come conferire, orari indirizzi il cittadino NON è Informato per nulla, inoltre che convenienza c'è? Nessuno lo sa.
    E la raccolta differenziata che convenienza abbiamo avuto noi cittadini? Sempre che sia veramente differenziata e non scaricata nella discarica e basta. Qualcuno ha fatto dei controlli con una bella telecamera a seguire i compattatori? QUANCUNO MI RISPONDA. GRAZIE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www3.comunemascalucia.it/index.php/rifiuti-verbali.html

      Elimina