martedì 3 febbraio 2015

TARIFFE ACOSET...LACRIME DI COCCODRILLO!!!

E’ passato un anno dall’approvazione delle nuove tariffe, che hanno visto la rimodulazione delle stesse e l’eliminazione del “minimo impegnato”,(già al minimo, visto che il consumo medio di una famiglia di 4 persone è di 16 MC mese, 16 x trimestre=48 MC) facendo scivolare il canone fisso per chi consumava fino a 30 MC a 23 MC.
Si sono susseguite innumerevoli lamentele da parte di moltissimi cittadini, e in particolar modo dei Cittadini di Adrano, comune “capofila” che cercherà successivamente di coinvolgere gli altri Comuni facenti parte del Consorzio Acoset a prendere posizione in merito a quanto deliberato dal CDA(Consiglio di Amministrazione) il 30 settembre del 2013.
A seguire, dopo l’incontro rivolto ai Presidenti di Consiglio, dei paesi azionisti, si vogliono indirizzare i Consigli Comunali a prendere una posizione chiedendo
l’annullamento o la rimodulazione della delibera n.66 del 30 settembre del CDA Acoset.
Tutto tace invece, sul Verbale dell’Assemblea dei Soci, che il 20 Febbraio approvavano all' UNANIMITA' le tariffe in oggetto.
Si, gli stessi Sindaci che reclamano tariffe più eque, il 20 Febbraio 2014 approvavano all’unanimità dei presenti l’aumento delle tariffe.
Un gioco di ruoli che nel panorama amministrativo e politico non è nuovo!
Da questa premessa vogliamo partire per istituire un Gruppo di Lavoro per approfondire non solo le dinamiche temporali che hanno portato alla rimodulazione, ma rispondere ai motivi che hanno portato l’Acoset alla scelta di 23 MC piuttosto che una soglia più alta, nonchè alle tre fascie tariffarie (l'aumento è oltre il 100%).

Occorre quindi approfondire le deliberazioni dell’AUTORITÀ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS, , i parametri imposti, i controlli e il monitoraggio dei soggetti verificatori, le direttive quadro europee.
Ma anche il Bilancio, i dati relativi all’anno 2014 e gli investimenti. 
Ed è per questo che, lunedì 02 febbraio 2015 alle ore 17:00 si è aperto il Gruppo di Lavoro "tariffe ACOSET", presso la sede del MoVimento Cinque Stelle di Mascalucia.
Questo GDL è aperto a tutti i Cittadini che vogliono dare concretamente una mano.
Lontani dal voler cavalcare il malessere popolare per attestarsi battaglie da sventolare in campagna elettorale, quello che ci interessa capire è, se le attuali tariffe possono essere modificate veramente in relazione al concetto “più consumi più paghi”, senza che queste cadano di fatto sulla fascia più ampia dei consumatori, ma su chi effettivamente spreca. Diritto prima del profitto.

Nel principio indissolubile dell’acqua come bene comune, vogliamo approfondire le responsabilità dei disservizi, che ripetutamente si presentano, unita alla problematica della rete e delle perdite che si aggirano al 50% nel nostro territorio etneo.
Vi aspettiamo, mercoledì 4 febbraio 2015 alle ore 18:00 presso la nostra sede in Via Scalilla n.38, Mascalucia.

Insieme possiamo!
In Alto i cuori !
M5S Mascalucia

1 commento:

  1. ACOSET SIETE TROPPO CARI

    ABBASSATE LE TARIFFE

    RispondiElimina