lunedì 8 agosto 2016

NUCLEO DI VALUTAZIONE: in tre anni RADDOPPIANO i membri...E I COSTI


Con la Determinazione Sindacale n.10 del 28.04.2016 l'ORGANISMO UNICO DI VALUTAZIONE viene integrato di un' altro componente. Arriviamo così a QUATTRO componenti ESTERNI e ad un componente interno nella figura del PRESIDENTE dell'Organismo.

Nella Determinazione si legge infatti che l'Organismo Unico di Valutazione, composto da tre soggetti esterni, viene integrato da un ulteriore componente esterno...e...in attesa di individuare un ulteriore componente, in tal caso si arriverebbe a 5 soggetti esterni ed uno interno, come potete leggere qui sotto in uno stralcio della Determinazione e qui nell'Atto integrale:





Ma cosa è il Nucleo di Valutazione e di cosa si occupa?

Troviamo le risposte nel vigente REGOLAMENTO PER LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE SUL FUNZIONAMENTO DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE  approvato con Delibera di Giunta Municipale n. 121 del 03/10/2011 che  definisce la struttura, i compiti e le  modalità organizzative del Nucleo di valutazione  e che in breve ha  funzioni di valutazione del personale, di controllo di gestione strategico, di controllo di regolarità amministrativa e di qualità dei servizi (art.19)

Quindi nel nostro Comune una squadra di tecnici composta da 4 membri esterni e uno interno,  definisce, propone, monitora, comunica tempestivamente, garantisce, verifica... che tutto ciò che è di sua competenza vada per il verso giusto... 

ma non è tutto chiaro...

Il primo dubbio risiede all'art.22 del suddetto regolamento: 




  Difatti il regolamento comunale,  all'articolo 22  che ne definisce la composizione, stabilisce che il nucleo è composto dal Segretario Generale e da altri due membri esterni...

...ma il Comune di Mascalucia con la Determinazione sopra citata, integra già il quarto membro esterno...raddoppiando nel giro di tre anni e diversamente da quanto stabilisce il Regolamento di riferimento,   i membri del Nucleo di Valutazione.

Oltretutto ai componenti che ne fanno parte, è richiesta una specifica competenza e preparazione in materia di valutazione del personale , così come riporta l'articolo del Regolamento Comunale, ma in modo più specifico il Decreto Presidenziale 21 Giugno 2012 n.52 che all'art.9 comma 4  stabilisce i requisiti di cui DEVONO essere dotati:




Infine l'articolo 22 riprendendo le disposizioni di Legge di cui sopra, definisce quali sono i soggetti che non possono fare parte del nucleo di valutazione.

MA NON FINISCE QUI...

L' Articolo 23 del regolamento comunale invece si sofferma sui COMPENSI, stabilendo che il compenso annuo lordo non può superare quello previsto per i Revisori dei Conti:





Attraverso la stessa Determinazione Sindacale in cui viene integrato il quarto membro interno, viene attribuito il compenso annuo lordo che risulta pari a  15.000,00 euro (quindicimila).



Ma come abbiamo appena detto il compenso NON PUO' superare quello dei Revisori dei Conti....ed ecco un'altra incongruenza. 

I revisori dei Conti di Mascalucia percepiscono 10.458,25 (diecimila quattrocentocinquantotto euro e venticinque centesimi) per la figura del Presidente e 6.972,16 (seimila novecentosettantadue euro e sedicicentesimi) per ognuno dei due componenti

Come potete visionare nella Delibera di Nomina dei Revisori dei Conti, sono somme nettamente inferiori al compenso dei membri del Nucleo di Valutazione e confrontabili con il DECRETO 20 maggio 2005 che stabilisce il limite massimo del compenso che spetta ai Revisori degli Enti Locali. 

Come mai i membri del nucleo di valutazione percepiscono di più dei Revisori dei Conti di Mascalucia? 

Non solo...approfondendo di più, abbiamo visto che il compenso dal 2013 in poi è quasi triplicato. Si passa infatti da un compenso pari a €. 464,85 lordo mensile per l'anno 2012 a un compenso di 1.250,00 nel 2013!!!  Difatti il Nucleo di valutazione, dal 2009 al 2012, risulta essere costituito da soli due membri esterni ed uno interno , così come regolamentato. Dal 2013 in poi viene integrato da nuovi membri.

Tornando ai requisiti di cui i membri devono  essere dotati, andiamo a cercare sul sito del Comune di Mascalucia nella sezione "Amministrazione Trasparente" ( Decreto Legislativo del 14 Marzo 2013 n.33) dove è presente la pagina relativa al NUCLEO DI VALUTAZIONE. Troviamo i Curriculum dei tre membri nominati nel 2014 e riconfermati nel 2015, manca il quarto membro integrato appunto ad Aprile 2016 di cui non è stato ancora pubblicato il Curriculum. Dei quattro membri non è pubblicato neache il compenso, così come stabilisce il DECRETO PRESIDENZIALE 21 giugno 2012, n. 52 all'art. 10 comma 7 e il D. Lgs. n. 33/2013 all'art. 15

Inoltre dai curriculum pubblicati, pare che non vi siano le esperienze richieste in materia di valutazione del personale.  

Ora vengono spontanee alcune riflessioni che vorremmo condividere con Voi...

Il Comune di Mascalucia ha deciso di affrontare una spesa di circa 60 mila euro annue, per ottemperare a delle leggi che in questo caso, obbligano SI gli Enti a munirsi del Nucleo di Valutazione ma certamente non ad avere tutti questi membri esterni e soprattutto  dal costo di 15 mila euro lorde l'anno, di cui ricordiamo il Sindaco ha FACOLTA' non OBBLIGO di integrare. 


Il nostro Comune ha bisogno di 4 componenti esterni da liquidare mensilmente a  1.250,00 euro al mese? Ed esattamente cosa fanno? 



Sappiamo che si incontrano UNA volta a settimana e di questi incontri viene stilato un regolare Verbale. Bene. Chiederemo TUTTI i verbali degli ultimi tre anni, con le relative PRESENZE...



Per quanto riguarda i COMPENSI, il NUMERO DEI MEMBRI del Nucleo, i REQUISITI di cui ciascun membro DEVE essere dotato, la mancata pubblicazione sul sito e i possibili rapporti precedenti con l'Ente che ne impedirebbero la nomina, chiederemo TUTTE le dovute risposte. 


E se queste non ci convinceranno le chiederemo nelle sedi opportune.

Quello che più ci ha colpito è constatare che l'Amministrazione continua a ripetere che "non ci sono soldi...per le strade, per le luci, per le iniziative sociali e aggregative, per i giovani, per il diritto allo studio, alla Cultura.....ecc, per non parlare delle fasce deboli presenti nel nostro territorio ... " INSOMMA per mantenere DIGNITOSO ciò che c'è. 

EPPURE per un membro in più (o forse due)...SI TROVANO.


La PortaVoce al Consiglio Comunale Agata Montesanto
Il Meetup Amici di Beppe Grillo di Mascalucia 

martedì 26 luglio 2016

MASCALUCIA: La lenta agonia dei nostri RANDAGI



Questa NOTA POLITICA non fa onore a nessuno ma le cose vanno dette.

I cani di via Alcide de Gasperi
L’anno scorso in estate ci fu un gran parlare per la situazione che si era venuta a creare in alcuni terreni privati, in cui branchi di cani sostavano e proliferavano e insieme a loro anche la rogna... malattia che i volontari a loro spese cercarono di contenere.

Ci si mosse in emergenza (con un rischio epidemia) e vennero in soccorso le associazioni, anche a suon di Esposti, di cui uno fatto dalla Portavoce del M5S locale Agata Montesanto alla Tenenza dei Carabinieri di Mascalucia, per denunciare la situazione. Intervenne l’ASP, si fecero degli incontri tra amministrazione e volontari, si parlò di sterilizzazioni, di microchippature, di convenzioni, di iniziative, ecc...

E’ passato un anno da allora e tanti (troppi) che coinvolgono vecchie e attuale amministrazione sulla questione randagismo.

A suon di articoli sui giornali e sul web, annunci, inaugurazioni rigorosamente rumorose abbiamo visto la nascita dell’ Ufficio dei Diritti degli Animali, di annunciate politiche di sensibilizzazioni, di terreni comunali da affidare ai Tutori...ma cosa c’è di reale in tutto questo?

Ci sono Comuni virtuosi e Comuni non virtuosi, qualcuno si chiede da cosa dipenda, se la colpa è dei cittadini o di chi amministra? 

Potrebbe essere di entrambi...

Noi pensiamo che chi amministra è responsabile due volte: uno perché deve decidere e fare e l'altro perché deve indirizzare verso una filosofia di vita e di civiltà.

Inoltre, quando si parla di esseri viventi tutto ciò ha una valenza e un peso maggiore e allora ci si pone una domanda:    "Il Comune di Mascalucia sul fenomeno del randagismo è virtuoso?".

Dal giorno del suo insediamento ai giorni d'oggi ha combattuto il randagismo? Ha questa virtù?

La risposta è NO! 

E' no perché tutto quello che è stato messo in campo sino adesso dall'Assessore con delega al randagismo Sonia Grasso e supportato dalla Giunta Municipale, seppur sostenuto  da azioni dall'aspetto concreto, non hanno alla fine apportato nessuna soluzione al problema. 

le azioni intraprese dall'amministrazione sul problema del randagismo e in generale sulla tutela degli animali  sono state:

- Ufficio dei diritti degli animali (all'interno del Parco Manenti) : Solo l'acquisto del lettino in acciaio ha avuto un costo di 500 euro. Dopo due mesi di attività “regolare” oggi è chiuso. Chi vuol microchippare il proprio cane deve recarsi a Trecastagni. Oltre la microchippatura, tutti i Diritti dove sono finiti?





- Terreno a disposizione dei volontari per brevi periodi di stallo: non è stato ancora affidato a nessuno. Si tratta di una striscia di terreno incolto di proprietà del Comune (vedi foto) dove tutt’ora all’interno si trovano vecchi mezzi della Croce Rossa...(foto scattata il 25.07.2016)


- Sterilizzazioni: L’Enpa ne aveva regalate TRENTA al Comune di Mascalucia ma ne sono state utilizzate SOLO OTTO. PERCHE'? Poi le altre non utilizzate sono state donate ad altri Comuni...

- Area di sgambamento Cani: più volte citata per mancanza di manutenzione. (foto scattata il 25.07.2016) oggi è un pezzo di terra arsa, i pochi cittadini che entrano preferiscono far sgambare i propri cani fuori. Le migliorie promesse non sono ancora state attuate.



Dove sono le iniziative CONCRETE per diminuire la presenza di randagi nel nostro territorio? 
Quali politiche di sensibilizzazione sono state attuate? 



E' giusto ricordare che sono passati quasi due anni da quando in un'aula consiliare vuota discutemmo con l'amministrazione di due atti presentati nel mese di luglio dopo il caso che balzò alla cronaca dei canili della NOVA E.N.T.R.A. Un atto ispettivo con interrogazione per capire con un censimento quali fossero le condizioni  dei nostri cani presso il canile convenzionato ACAE Village e se fossero tutti cani pericolosi e morsicatori. Il secondo atto propositivo con una mozione studiata e prodotta da un gruppo di lavoro dedicato, dove proponevamo per questa emergenza passo dopo passo, come contrastare il fenomeno del randagismo. Uno per tutti lo STUDIO DI FATTIBILITA' per la creazione di un Canile Comunale, che ancora non è stato mai fatto.


Dopo tutto questo tempo le parole si sono perse al vento, l'unica cosa certa è che i cani randagi a Mascalucia aumentano:
-  per riproduzione in quanto non si è sterilizzato, o quanto meno TROPPO POCO 
- per abbandono in quanto non si è microchippato, o quanto meno TROPPO POCO 
- non si è adottato, o quanto meno TROPPO POCO.

- e troppo poco si è reimmesso nel territorio.

In buona sostanza non esistono Comunicazione, Campagne di Sensibilizzazione, politiche premianti programmate, efficaci e ben organizzate.

 ….i restanti cani si ammalano e oltre il danno la beffa, tiriamo fuori dalle nostre tasche quasi 160,000 euro all'anno per 100 cani chiusi a chiave.  

Senza contare le somme da debito fuori bilancio per morsicature…..dopo tre anni un fallimento totale!!!

Oltre 500,000 euro spesi per mantenere 100 cani e fuori sembra un girone del purgatorio dantesco.

La ciliegina sulla torta dal sapore amaro è la vaporizzazione di 22 sterilizzazioni  su 30 offerte da ENPA.

...si avete capito bene, OFFERTE

Ma perché? Non si sa bene il perché, ma di fatto siamo sicuri che con una lettera di ENPA indirizzata al  Sindaco  è stata sospesa l'attività di sterilizzazione, uno degli strumenti indispensabili per combattere il fenomeno del randagismo, anzi l'unico STRUMENTO che abbiamo a disposizione!

Andiamo ai fatti: dopo una fase iniziale di incontri tra il Comune di Mascalucia di concerto con l' ASP3 Veterinaria ed ENPA (Ente Nazion ale Protezione Animali), la stessa,  metteva a disposizione gratuitamente  30 sterilizzazioni, per organizzare e concordare le fasi del prelievo dei cani, la degenza pre-post intervento e la conseguente reimmissione nel territorio. 

Le preziose sterilizzazioni iniziano i primi di Novembre del 2015, ma già sin dai primi incontri si presentano problemi presso l'ambulatorio designato. Problemi che alla fine, non essendo stati rispettati gli accordi, portano l'ENPA, dopo solo 8 sterilizzazioni  a chiudere i rubinetti al Comune di Mascalucia.



Ed è così che a febbraio 2016 la favola delle 30 sterilizzazioni donate da ENPA finisce e non è un lieto fine, nè per i cittadini che continuano a pagare per un servizio da purgatorio nè tanto meno per i cani randagi che ahinoi pagano le conseguenze più atroci.

Sarebbe bello capire come l'Amministrazione di Mascalucia si sia fatta scappare uno  strumento così utile e prezioso per combattere il randagismo.   TRENTA sterilizzazioni donate, gratis...senza bisogno di cercare fondi, di leggi ostative, di inceppamenti burocratici...era facile, facile, allora ci si domanda perché?

Incompetenza? POCA Volontà? Chiusura da parte dei Funzionari? Lo vorremmo sapere...

Vi sembrerà strano (oppure NO), ma risulta perfino assai difficile ricevere le più semplici informazioni nel merito dei RESPONSABILI. Provate a recarvi al Comune e chiedere con CHI parlare per avere INFORMAZIONI e lo vedrete da Voi...

... Parola d'ordine: approssimazione 

Ci dispiace dover aggiungere infine ciò che più ci addolora: nel silenzio omertoso (perchè sanno ma non lo dicono) i cani stanno morendo....ecco perchè se ne vedono sempre meno in giro... “pare” che un’epidemia di cimurro ( virus contagioso per i cani che si trasmette da cane malato a cane sano entrando in contatto con le feci o con i liquidi) stia sterminando i randagi in giro per il territorio, che dopo molte sofferenze muoiono. 

A chi ci ha detto, che “la natura interviene e sta facendo il suo corso”, rispondiamo che siamo indignati. La quantità di cani randagi nel territorio di Mascalucia è causata dalle mancate sterilizzazioni, in più questi cani, vivono la loro esistenza soffrendo e senza essere assistiti. Se non fosse per i pochi volontari sempre più stanchi, non avrebbero neanche quelle poche cure che a LORO SPESE si addossano. 

Le vostre politiche sul randagismo sono state fino ad ora fallimentari. A pagarne le spese, oltre alle tasche dei cittadini, purtroppo sono i randagi che non hanno la colpa di essere nati e di non avere l'assistenza necessaria per una esistenza quantomeno normale e dignitosa che per Legge spetta loro.  

Vi prego, non rispondeteci più che è un male "comune" in tutto il sud italia, perchè osserviamo cosa fanno gli altri Comuni, dove quello che viene attuato è mantenuto e valorizzato, le spese sono minori e si lavora verso una sensibilizzazione costante.  


Il Meetup Amici di Beppe Grillo di Mascalucia
La Portavoce al Consiglio Comunale Agata Montesanto


domenica 17 luglio 2016

NASCE IL CANALE TELEGRAM DEL M5S MASCALUCIA




IL MOVIMENTO 5 STELLE DI MASCALUCIA SI DOTA DI CANALE TELEGRAM 

La portavoce Agata Montesanto, consigliere comunale del M5S di Mascalucia e gli Attivisti del locale Meetup Amici di Beppe Grillo, si dotano, tra i primi in Sicilia, di un "Canale Telegram" per sponsorizzare notizie del mondo pentastellato locale.

Per i pochi che ancora non conoscono la famosa chat per smartphone, tablet e PC, denominata "Telegram", diciamo che si tratta di una validissima applicazione di chat istantanea per apparecchi mobili e PC. Questa applicazione ha la particolarità di essere prodotta sotto licenza libera GPL, quindi nasce e si aggiorna rimanendo a disposizione dell'utenza anche per mezzo del suo listato totalmente Open Source. 
Telegram nasce libera e lo sarà per sempre.
Ovviamente l'applicazione è liberamente scaricabile per tutti i sistemi mobili, senza che ciò implichi alcun esborso economico. Stesso discorso vale per le applicazioni utilizzabili da PC e scaricabili a partire da questo link. Una volta scaricata l'applicazione, per "mobile" o per "PC", basta loggarsi immettendo il codice che ci verrà inviato al numero di telefono che segnaleremo all'atto dell'attivazione.
Telegram sarà una delle future piattaforme privilegiate per l'Home Chatting!!

Il canale Telegram del M5S Mascalucia è raggiungibile, dopo aver scaricato l'applicazione, all'indirizzo "https://telegram.me/m5smascalucia". Il canale Telegram rappresenta una sorta di pagina a cui chiunque può accedere, nella quale verranno periodicamente pubblicate le notizie del M5S locale, con un occhio puntato verso il mondo pentastellato Regionale, Nazionale ed Europeo. 
 
Abbonarsi al canale è semplicissimo. Basta digitare all'interno del riquadro evidenziato in rosso la frase "Movimento 5 Stelle Mascalucia" e si vedrà apparire sotto il canale associato a questo titolo.
Ovviamente si può copiare ed incollare anche il link del canale, digitando "https://telegram.me/m5smascalucia". Il risultato è esattamente lo steso.
Si vedrà apparire immediatamente il canale con quanto pubblicato al suo interno. 
Questa operazione non vi permette di registrarvi, ma solo di evidenziare il canale desiderato e il suo contenuto.

Per abbonarvi bisogna cliccare nella parte soprastante evidenziata dalla freccia rossa e nella finestra che si aprirà cliccare sulla scritta "unisciti". Stesso risultato si può ottenere semplicemente cliccando alla fine delle notizie pubblicate sul canale, sul pulsante di colore azzurro con la scritta  
  + UNISCITI   .
Se avete già scaricato l'applicazione potete tranquillamente cliccare qui per essere direttamente indirizzati verso il nostro canale all'interno dell'applicazione.

La rete, per il M5S, rappresenta il mezzo privilegiato per condividere le informazioni con la cittadinanza, Telegram rappresenta un mezzo potentissimo con cui raggiungere facilmente i cittadini e tenerli informati per mezzo delle ultime notizie del M5S.

La Portavoce al Consiglio Comunale Agata Montesanto 
Il Meetup Amici di Beppe Grillo Mascalucia.

martedì 28 giugno 2016

CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA dati SCORAGGIANTI




Su 12755 contribuenti TARI  tra gennaio e maggio 2016 solo 127 utenti hanno utilizzato il Centro di Raccolta Comunale di via Santa Margherita a Mascalucia (CT). Questi sono i dati pervenuti  attraverso una Interrogazione a risposta scritta da parte della nostra Portavoce Agata Montesanto, che potete visionare per intero QUI.

Attraverso l'Interrogazione, i dati ricevuti dal responsabile U.O. Igiene pubblica e Gestione Ciclo Rifiuti e dal Capo Area Urbanistica,  parlano di 210 utenti per l'anno 2015 e di soli 127 utenti per i primi 5 mesi del 2016.

E' un dato scoraggiante, considerato l'estremo bisogno di ridurre la produzione di rifiuti e consentire l'abbassamento dei costi. 

I dati pubblicati sul sito del Comune, sotto nostra proposta nella sezione "informazioni Ambientali" (sezione Amministrazione Trasparente)parlano del raggiungimento del 21,07% per l'anno 2015, ma siamo purtroppo lontani da quello che è previsto dalla legge Regionale n.9 del 2010 che prevedeva l'obbligo per i Comuni di raggiungere entro l'anno 2015 il 65% di raccolta differenziata con un recupero materia del 50%, motivo per cui con l'eco-tassa regionale per il mancato raggiungimento della percentuale, ogni contribuente avrà un'aggravio di circa 70 euro. 


Ci chiediamo cosa abbia fatto questa Amministrazione per incoraggiare l'utilizzo del C.C.R. in questo anno e mezzo, per aumentare il numero delle utenze che la utilizzano, per sensibilizzare  la Cittadinanza attraverso una comunicazione programmata e una politica premiante

Chi è virtuoso deve essere premiato, chi non lo è deve essere incentivato a diventarlo. 

Per questo avevamo proposto nei mesi scorsi la modifica al Regolamento Comunale IUC per permettere di rendere cumulabili gli sgravi ed ottenere una percentuale maggiore di esonero per i cittadini virtuosi. Proposta di emendamento poi bocciata in Consiglio. 

Ci chiediamo quanto giovamento  avrebbe portato un utilizzo maggiore e più incisivo del centro di raccolta, incremento che deve avvenire, al fine di ridurre i costi e soprattutto vedere il risultato tangibile nei proventi dei materiali differenziati conferiti nelle piattaforme.  



Molti Cittadini hanno  lamentato da subito la difficoltà di conferimento a causa della mancanza della rampa di accesso ai cassoni. Appare difficile e per molti impossibile poter conferire al loro interno, perchè per raggiungere la loro altezza si accede utilizzando delle scale, pensate alle persone anziane o che vanno a conferire da sole, le quale preferiscono piuttosto abbandonare l'idea di recarsi all'Isola e lasciare i materiali davanti la porta di casa ...come è possibile che dopo un anno mezzo la situazione non sia cambiata? Gli stessi cittadini lamentano un conferimento approssimativo nel merito del rilascio degli scontrini per pesare i materiali. Sono stati effettuati dei controlli da parte dell'Amministrazione? 

Con questi dati non si raggiunge neppure l'1% dei contribuenti.

Possiamo definirlo un fallimento? Un fallimento voluto? Un fallimento da pubblica indifferenza? Un fallimento perchè il servizio non è stato pubblicizzato? Un fallimento a causa di chi e di cosa? Vogliamo risposte.

La Portavoce al Consiglio Comunale Agata Montesanto 
Il Meetup Amici di Beppe Grillo Mascalucia. 






lunedì 27 giugno 2016

LETTERA APERTA AL QUOTIDIANO LA SICILIA




Tiziano Terzani diceva che il giornalismo è missione, che non è un semplice mestiere, non è un modo di guadagnarsi da vivere, ma qualcosa di più, che ha una grande dignità e una grande bellezza, perché è consacrato alla ricerca della verità. " Il giornalista è come il prete" diceva, "deve avere la chiamata, la vocazione, sentire la missione".
Ecco, noi riteniamo che quando si perde la vocazione, non si dovrebbe più fare giornalismo.
 
Eccoci di nuovo qui, a dover rettificare quanto scritto sul vostro giornale, e non smetteremo di farlo fino a quando non si scriveranno informazioni corrette che non diffamano e falsano il nostro lavoro sul territorio. Diamo anche voce a tutti coloro che in questi anni, come noi hanno riscontrato il bisogno di una informazione libera e corretta a Mascalucia. 

E ringraziamo invece tutti i giornalisti che ci hanno sempre contattato, chiedendo tutte le informazioni che abbiamo sempre rilasciato con piacere.


Agata Montesanto Consigliere Comunale di Mascalucia del M5S 
Meetup Amici di Beppe Grillo di Mascalucia

venerdì 24 giugno 2016

LA VOCE DEI CITTADINI IN QUESTI TRE ANNI




Guardando e rivedendo tutto il lavoro fatto in Consiglio Comunale, vicini ai tre anni dall'insediamento del Movimento 5 Stelle di Mascalucia e con un solo Portavoce, si rimane a bocca aperta. Lavoro che non si sarebbe potuto sviluppare da un “voto di protesta”…. come amano chiamarci i politici di professione, quasi a giustificare la loro pochezza nei confronti degli elettori, ci chiamano “populisti” perché svegliamo gli animi sopiti dei cittadini e per l'amore che mettiamo per la cosa pubblica, NOI crediamo nella P A R T E C I P A Z I O N E !!!


Nell'immaginario di tanti, l'opposizione deve dire sempre NO (facile no?) e noi lo smentiamo sempre... una volta ci additano come “alleati” della maggioranza e a volte ci dicono “dite sempre no”.

A dimostrazione di chi veramente siamo ci sono gli oltre 120 atti presentati all'interno del Consiglio Comunale di Mascalucia e tutti sul merito, messi on line all'interno di questo Blog e consultabili cliccando sull'icona Attività, (in alto a sinistra) e poi cliccando sulla foto potrai vedere tutte le Mozioni ,le Interrogazioni, gli accessi agli atti, le proposte, gli emendamenti ecc. ecc. 


Un file su tutti dimostra chi siamo, Proposte e Controllo.



Progetti fatti da NOI e donati all'amministrazione per il bene dei cittadini come ad esempio l'area sgambamento cani o gli orti sociali, il primo realizzato ma senza una ordinaria manutenzione e il secondo che dovrebbe vedere presto luce, vedremo...



Siamo gli UNICI che diciamo NO agli sprechi della politica, a livello nazionale, come regionale e locale. E rispondiamo rinunciando al doppio gettone di presenza ed alle commissioni infruttuose, talune volte percepito anche per pochi minuti. E’ così che dopo tante battaglie la nostra Portavoce ha messo da parte i gettoni per restituirli al nostro territorio. Puoi sempre vedere i conteggi attraverso questo blog cliccando sull'icona(in alto a destra)


A conclusione la stampa locale non solo non da la giusta “luce” al nostro operato, ma vive di invenzioni mediatiche nei nostri confronti che spesso si trasformano in colpi bassi che ritornano ai legittimi proprietari, non sapendo che saremo sempre più forti!!!

 ….a riveder le stelle!


Meetup Amici di Beppe Grillo Mascalucia

martedì 21 giugno 2016

LA BUFALA del secondo Meetup del M5S a Mascalucia


Non esiste nessun nuovo Meetup in contrapposizione alla Consigliera Grillina Agata Montesanto. 


Signor Carmelo Di Mauro, siamo costretti per l'ennesima volta a dover chiarire notizie che non corrispondono al vero.

Sabato 18 Giugno 2016 su "La Sicilia" a sua firma, abbiamo appreso quanto da lei affermato circa una "spaccatura interna scaturita nella creazione di un nuovo meetup in contrapposizione alla consigliera grillina Agata Montesanto".

Smentiamo quanto da lei scritto. Invieremo richiesta di RETTIFICA e DIRITTO DI REPLICA e ci chiediamo come sia possibile che SENZA VERIFICARE  l'attendibilità dell'informazione, abbia dispensato all'opinione pubblica tale notizia che reca danno all'immagine della sottoscritta nella qualità di rappresentante locale del M5S ed al Meetup "Amici di Beppe Grillo di Mascalucia. riconosciuto storicamente nella provincia di Catania. Un gruppo che prima di essere politico, si basa sull'amicizia e la fratellanza, che non ha mai chiuso le sue porte a nessuno. Che resta aperto a chiunque voglia allontanarsi o rientrare, nel principio che il Movimento stesso, in quanto tale è composto da Cittadini Attivi che volontariamente dedicano il tempo che possono, ad un ideale politico in cui credono.

PER TALE MOTIVO CHIEDIAMO RISPETTO.

Non è la prima volta che ci viene riservato questo trattamento. 
Abbiamo quindi deciso di rivolgerci direttamente alla rete, pubblicando una LETTERA APERTA al quotidiano La SICILIA al fine di prendere dei provvedimenti PER GARANTIRE CIO' CHE DA TEMPO ANCHE ALTRE FORZE POLITICHE LAMENTANO A MASCALUCIA: la carenza di una informazione CORRETTA e NEUTRALE. Contestualmente, abbiamo deciso che OGNI QUAL VOLTA riscontreremo informazioni non corrispondenti al vero, pubblicheremo un video di denuncia.
Restiamo, come sempre a disposizione nel caso in cui abbia bisogno di ricevere informazioni, che saremo lieti di dare, come abbiamo sempre fatto, a diversi giornalisti suoi colleghi che le hanno richieste.
Tanto dovevamo a Lei e soprattutto alla Cittadinanza.

Agata Montesanto Portavoce del M5S Mascalucia
Meetup Amici di Beppe Grillo Mascalucia

martedì 31 maggio 2016

MASCALUCIA-VILLAGGIO DEL SOLE, Via Pompeo Cisternazza. La risposta dell'Amministrazione


Durante il Consiglio Comunale di giorno 26 Maggio 2016 ci è giunta la risposta all'interrogazione PROTOCOLLATA IL 29 FEBBRAIO in cui abbiamo posto diverse domande all' Amministrazione in merito all'insediamento abitativo del VILLAGGIO DEL SOLE. Di seguito pubblichiamo le risposte a firma del Responsabile dell'Area Urbanstica dott. Di Matteo.

Chiedevamo:


 1) di conoscere i motivi ostativi per i quali non sono ancora stati consegnati al Comune le opere di urbanizzazione primaria e secondaria dell’area in oggetto;

risposta:


2) se sono state completate le opere di urbanizzazione primaria e secondaria del “villaggio del sole”;

risposta:


3) se sono stati pagati gli oneri concessori delle palazzine che insitono all’interno del comprensorio detto “villaggio del sole”;

risposta:


4) se le opere che insistono all’interno del “villaggio del sole” sono munite di conformità progettuale;

risposta:


5) se le opere di urbanizzazione stradale poste su via Pompeo Cisternazza lato esterno al complesso ( fioriere stradali ) hanno carattere di provvisorietà;

risposta:





SI RICHIEDEVA INOLTRE DI CONOSCERE i motivi per cui non viene  pulito ne discerbato il tratto che va dal 10 "m" al 5 civico (via pubblica Pompeo Cisternazza) se esistono  accordi per la fornitura dei servizi pubblici tra gli attori privati e l’ente comunale  risalenti al periodo  in cui si iniziò a popolare l’insediamento abitativo fino ad oggi.

DELLE SUDDETTE DOMANDE NON ABBIAMO AVUTO RISPOSTA. Per tanto verrà chiesto agli uffici competenti di integrare le risposte non ancora evase. 


Puoi visionare l'Atto completo qui:  RISPOSTA

La Portavoce al Consiglio Comunale Agata Montesanto