mercoledì 8 novembre 2017

REGIONALI 2017 A MASCALUCIA…DIAMO I NUMERI!


Questa nota è doverosa  per rispetto verso tutti coloro che si sono spesi e da anni si spendono attivamente sul nostro territorio, seguendo le scelte (a volte anche difficili), le iniziative e gli incontri del nostro  Meetup  e per rispondere a chi in questi giorni ha voluto avvicinarsi e scriverci per complimentarsi leggendo i dati su Mascalucia per queste ultime regionali.
Per questo ringraziamo i Rappresentanti di Lista, che sono stati eccezionali e TUTTI i Cittadini che credono nel Cambiamento.

Premettiamo che non siamo felici.

Saremmo stati felici se giorno 6 Novembre 2017 la Sicilia fosse stata a 5 Stelle, perché per noi, la differenza possiamo farla solo quando il popolo ci consentirà di portare a pieno la sua voce. Ma ancora la Sicilia sembra lontana da questa consapevolezza.

D’altra parte, i dati su Mascalucia ci fanno ben credere che se si lavora bene sul proprio territorio, le cose possano cambiare.

Allora eccoci qui. Questi sono i nostri numeri:
A Mascalucia hanno votato 15.297 Cittadini che equivale a più del 58% degli aventi diritto al voto.

In TUTTI (Tutti!) e 25 i seggi siamo stati la prima forza politica, la più votata.

I nostri voti di lista sono stati 4645 che equivale al 34,64%. Dopo di noi il Partito Democratico con 2479 preferenze e a seguire Forza Italia con 1880.

Su 58 Comuni della Provincia di CT siamo i terzi, come preferenze al M5S dopo Caltagirone(35,97%) e San Pietro Clarenza (35,46%).

6331 Cittadini su 15.297  a Mascalucia hanno votato per Giancarlo Cancelleri Presidente, che equivale al 41,38% dei votanti. Un dato incredibile.

Siamo passati dal 19% del 2012 (2277 preferenze delle scorse regionali) a più del 34% del 2017 (4645 preferenze).

Una crescita del 104%

Solo per ricordare a chi oggi mente e fa finta di non capire, questi sono i dati reali.

A chi invece dice che questa montagna di preferenze non ha nulla a che vedere con le amministrative, vogliamo ricordare che proprio alle amministrative del 2013, su 17 liste che si sono coalizzate per portare avanti i Candidati a Sindaco, la nostra da sola e alla prima esperienza è arrivata QUINTA. Davanti a noi i soliti portatori di voti che hanno definito giochi, vincitori e vinti e che definiscono da decenni CHI deve amministrare Mascalucia. Anche allora ci siamo difesi bene. E ancor di più lo faremo l’anno prossimo con maggiore conoscenza e competenza acquisita.

Per questo, in linea con i Principi che sono il Cuore del M5S ci rivolgiamo ai nostri UNICI interlocutori, i Cittadini, ai quali fin da adesso rechiamo un messaggio IMPORTANTE di responsabilità e consapevolezza. Noi ci siamo ma voi dovete essere coerenti. 

Indietro non si torna.


La Portavoce al Consiglio Comunale Agata Montesanto
Il Meetup Amici di Beppe Grillo Mascalucia

lunedì 29 maggio 2017

MASCALUCIA: Bilancio o Sbilancio nel vuoto?


Il 19 Maggio 2017 in terza convocazione (su un paese di circa 30 mila abitanti bastano 7 Consiglieri per aprire la seduta e 4 per approvare una Proposta di Delibera) viene approvato il Bilancio di previsione 2017/2019 del Comune di Mascalucia.

Ecco le motivazione del nostro NO.

Malgrado l'Assessore e la Giunta vantino un bilancio saldo, la situazione ci appare tutt'altro che rasserenante.

1) La situazione di cassa al 31 Dicembre del 2014 era di 3.176.655,62, mentre al 31 Dicembre del 2016 il Comune è in anticipazioni da estinguere per un valore di 2.327.088,17. In più in Consiglio, come è visionabile nella registrazione della seduta, la nostra Portavoce chiede a quanto ammontino le anticipazioni a tutt'oggi, e la risposta è di circa 4 milioni.

2) Il Comune ha previsto di incassare per il 2017 un importo di 900 mila euro di contributi per permesso a costruire. Cifra che risulta in aumento rispetto al 2016 in cui la somma prevista era di 800 mila euro. Questo dato ci sembra in contrasto con le scelte decise nel 2014 attraverso le Direttive Generali del nuovo prg (in fase di approvazione con il commissario designato) il quale è centrato sostanzialmente sulla tutela del territorio, nei suoi vari aspetti, soprattutto attraverso un contrasto alla speculazione edilizia passata che ne ha compromesso l'equilibrio.

Inoltre, sempre nel merito dei contributi per permesso a costruire, il Comune ne utilizza il 75%  per finanziare la spesa corrente. 

A tal proposito, il Collegio dei Revisori dei Conti, nel parere sul bilancio di previsione 2017/2019 si esprime puntualizzando che "Tale atteggiamento seppur legittimo denota un'intrinseca debolezza di bilancio, poichè finanzia spese corrente con spese in conto capitale aventi natura incerta".

C'è da considerare che dal 2018 entrerà in vigore parte della Legge 232 del 2016  nel merito del Bilancio di Previsione per l'anno 2017 e per il triennio 2017/2019, per cui dall'anno prossimo attraverso l'attivazione dell'art.1 comma 460, 461 della  Legge 232/2016, le carte in gioco cambieranno e ai Comuni non sarà più concesso per la maggior parte dei casi, l'utilizzo di tali somme per le spese correnti. 

Cosa succederà quindi tra un anno allo scadere di questa amministrazione? Che bilancio verrà lasciato alla prossima squadra governante?

I Revisori dei Conti a tal proposito,  specificano che, negli anni a seguire occorrerà "programmare attività tese alla previsione di spese correnti finanziate unicamente da entrate correnti". 

La situazione di cassa, non fa pensare a nulla di buono. 

Come abbiamo già descritto circa un anno fa pubblicando il saldo di cassa al mese di Aprile 2016 che allora risultava essere di -2.406.432,62, la situazione seppur fosse stabile (ma stabile non è) non risulterebbe comunque rassicurante.

Si palesa una situazione economicamente fragile, per la cassa comunale, e noi disapproviamo questo modus operandi, che ha portato fin qui, solo indebolimento e pochi risultati tangibili per la Cittadinanza.




La Portavoce al Consiglio Comunale di Mascalucia Agata Montesanto
Il Meetup Amici di Beppe Grillo Mascalucia
   

domenica 21 maggio 2017

PRO LOCO DI MASCALUCIA...A FAVORE DI CHI?

28 Marzo 2017: Inaugurazione della nuova sede della Pro Loco all'interno dell' Auditorium Comunale. 
Da sinistra  Giovanni Leonardi (Sindaco di Mascalucia), Luca Sammartino (Deputato regionale PD, ex art.4), Maria Scardaci Presidentessa della Pro Loco di Mascalucia

Le Pro Loco dal latino, letteralmente «a favore del luogo» sono associazioni locali nate con scopi di promozione e sviluppo del territorio. Norme di carattere regionale ne stabiliscono l'appartenenza o meno all'albo regionale valutando la presenza di determinati requisiti. 

In Sicilia le Pro Loco dipendono dall'Assessorato del turismo, dello Sport e dello Spettacolo il quale  con questo DECRETO DIRIGENZIALE, ha riconosciuto l'UNPLI quale organismo di consulenza ed assistenza alle Pro Loco associate. Le stesse, devono essere iscritte all'albo regionale diviso per provincie come si evince da diversi decreti e norme di riferimento facilmente riscontrabili in rete.

Ma perchè ci interessiamo di Pro Loco? 

La Pro loco di Mascalucia iscritta anche all'albo per le associazioni no profit del Comune di Mascalucia, lo scorso aprile, dalla propria pagina Facebook condivideva diversi post che sponsorizzavano le primarie del Partito Democratico che si sarebbero svolte qualche giorno dopo...

Ciò è visionabile dalle immagini recuperate dalla pagina in questione, prima che le stesse venissero eliminate dal social network: 

I post invitavano a "votare e fai votare Matteo Renzi" riportando la seguente dicitura: 

"Il 30 Aprile con e per Luca Sammartino, capolista alle primarie del PD, a Catania VOTA E FAI VOTARE MATTEO RENZI". 




Ci chiediamo, come mai la Pro Loco di Mascalucia che fa parte delle associazioni locali regolarmente iscritte all'Albo Comunale, nate con scopi di promozione e sviluppo del territorio, “CONTRO OGNI ETICA”, sponsorizzi e sostenga  in modo palese e manifesto per mezzo della sua pagina Facebook, la "Mozione
Renzi" e il suo capolista per Catania Sammartino.



L'iscrizione al regolamento comunale che tra le finalità ha: (art.1 comma 3)  "l'espressione di partecipazione, solidarietà e
pluralismo della società civile; Attraverso il quale il Comune promuove il loro sviluppo e ne favorisce l'originale apporto al conseguimento di finalità di carattere civile, sociale, culturale, ricreativo, sportivo e di tutela ambientale per migliorare la qualità della vita e per contrastare l'emarginazione", va in assoluto contrasto con l'espressione partitica manifestata dalla Pro Loco locale. 

I suoi compiti si sono modificati in altro?




Il Movimento 5 Stelle di Mascalucia e il Meetup Amici di Beppe Grillo locale, dopo la pubblicazione dei post della Pro Loco di Mascalucia, ha sollevato la questione, pubblicando in data 28 Aprile 2017  il post di denuncia pubblica, visionabile QUI della quale riproponiamo una immagine qui a fianco. 



Per queste ragioni  ci si aspettava dalla stessa Pro Loco e dal suo  Presidente Maria Scardaci delle spiegazioni pubbliche e comprensibili. Invece quello che è accaduto, è stata la pubblicazione di un post successivo,  dove con assoluta leggerezza si riprende la questione, senza dare le dovute spiegazione e dichiarando che: "La politica la fanno loro screditando gli altri che non fanno la loro stessa politica". 
Non capiamo se con queste parole si stia ammettendo "ingenuamente" che la Pro Loco per l'appunto, faccia nel nostro paese,  politica... 

Anche questo post è stato successivamente cancellato dagli stessi amministratori della pagina. 



Ci chiediamo tra l'altro se il Sindaco e l'Assessore al turismo, allo spettacolo e allo sport di Mascalucia siano venuti  a conoscenza di questo increscioso fatto, che sicuramente è arrivato alle orecchie degli amministratori comunali e se non sia il caso di  ricordare alla Pro Loco quale sia la sua missione, sempre che non convenga invece un assordante silenzio...



Se vi è capitato di visitare  la pagina della Pro Loco di Mascalucia, che a tutt'oggi accoglie purtroppo una platea veramente scarsa che potrebbe sfruttare maggiormente il  potenziale comunicativo enorme, in un territorio ricco come il nostro, possiamo affermare che i suoi contenuti non rispondono alle caratteristiche necessarie per una pro loco, che dovrebbe svolgere attività di valorizzazione turistica delle realtà e delle potenzialità naturalistiche, culturali, storiche, sociali e gastronomiche delle località in cui operano (non le ricette della Parodi o i post dei candidati alle prossime regionali, il compleanno del presidente, ecc...). 











Ritenendo grave quanto accaduto,  e considerato l'assordante silenzio dell'amministrazione comunale di Mascalucia, abbiamo segnalato all'UNPLI quale organo di consulenza ed assistenza delle Pro Loco e all'Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo quale organo VIGILANTE di riferimento, i fatti sino a qui descritti al fine di valutare ogni opportuna azione risolutiva.

Un atteggiamento del genere, intrapreso dalla Pro Loco locale, può ledere l'immagine della Pro Loco stessa, che potrebbe essere identificata politicamente perdendo l'identità collettiva e inclusiva di promozione del territorio a favore dell'intera comunità mascaluciota, la quale,   non può e non vuole da una parte  identificarsi in uno specifico orientamento politico e dall'altra perdere uno strumento utile all' azione ricreativa e sociale.


La Portavoce al Consiglio Comunale Agata Montesanto
Il Meetup Amici di Beppe Grillo Mascalucia

domenica 14 maggio 2017

PULIZIA AL VILLAGGIO DEL SOLE POCO....APPREZZEVOLE.


A seguito di lamentele da parte di diversi abitanti del complesso edilizio denominato Villaggio Del Sole, pubblichiamo questo video auspicando che l'Amministrazione Comunale prenda atto di quanto non mantenuto circa la pulizia degli spazi pubblici di questo comprensorio. Tutto ciò secondo quanto previsto dal calendario di pulizia pubblicato sul sito del comune (http://www3.comunemascalucia.it/attachments/article/1114/calendario.pdf) e da quanto promesso dall'Amministrazione stessa, in una nota informativa rivolta ai cittadini del luogo, a firma dagli Assessori Mannino/Cantarella.
Sotto, un video che riporta la testimonianza di alcuni abitanti del luogo.


domenica 26 marzo 2017

NUOVI LOCULI, PRIMA DELLA CONSEGNA GIA' PROBLEMI. CHI CONTROLLA?



Prima di mostrarvi con una serie di immagini, la situazione attuale della struttura che accoglie i nuovi loculi costruiti all’interno del cimitero centro di Mascalucia, facciamo qualche passo indietro.

Questa storia comincia nel luglio 2012 con l’affidamento in project financing della concessione per la costruzione e gestione ampliamento cimitero centro, alla società ATI -DIMA.FLO.RU.- con sede in Sant’ Agata Li Battiati.

martedì 14 marzo 2017

VIA TINDARI 14 abitazioni allacciate “provvisoriamente”...da due anni


I residenti di via Tindari, una traversa di via Magenta, si trovano da anni impossibilitati a richiedere i regolari contratti Enel in quanto la stessa, non ha apposto la cabina di trasformazione necessaria per realizzare gli allacci elettrici.

Addirittura, non molto tempo fa, L'Enel aveva intenzione di togliere il contatore del cantiere lasciando le abitazioni senza corrente elettrica.

mercoledì 22 febbraio 2017

Protocollato il Regolamento sulla TUTELA DEGLI ANIMALI

Il 31 Gennaio 2017 è stata protocollata la Proposta di Delibera sul Regolamento che tutela gli animali del territorio di Mascalucia. 

La proposta a prima firma della Portavoce Agata Montesanto è stata sostenuta da tutta la Prima Commissione Consiliare composta da Andrea Guglielmino, Raffaele Gibilisco, Pietro Amantia, Santo Giordano e Giovanni Cuscunà, che insieme hanno lavorato alla sua stesura.

sabato 21 gennaio 2017

PER UN PUGNO DI DOSSI - SEGNALAZIONE DEI CITTADINI DI MASCALUCIA

Diversi Cittadini auto e moto forniti di Mascalucia, ci hanno fatto notare che alcuni dossi posti all'interno del territorio comunale, presentano delle problematiche  a livello di segnaletica orizzontale che verticale, mentre altri presentano condizioni di pericolosità o di illegittimità.

Abbiamo dato un'occhiata all'attuale legislazione vigente e precisamente al Decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, numero 495, articolo 179 (Articolo 42 del Codice Stradale) inerente i Rallentatori di Velocità e la lettera inviata ai Comuni d'Italia da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Parere 26 ottobre 2011, numero 5274. Il tutto riportato all'interno di questo documento.

sabato 14 gennaio 2017

"Noi con Salvini razzisti e mafiosi", il G.I.P. risponde: "La critica politica non costituisce reato!!!"


È stata archiviata la querela presentata dal vice sindaco del Comune di Mascalucia (CT),  avv. Fabio CANTARELLA avverso un Attivista del Meetup Amici di Beppe Grillo di Mascalucia, che nel settembre del 2015 esprimeva un'opinione politica sul suo profilo.
Secondo l'ordinanza di archiviazione disposta dal G.I.P. dott.ssa Loredana PEZZINO: "omissis...il contenuto dei commenti postati dall'odierno indagato sui "social network", di ampissima diffusione, si inseriscono nell'ambito di un acceso dibattito politico, talora, all'evidenza, dei toni aggressivi, intercorrente tra le due compagini politiche tra cui l'indagato e l'opponente militano le espressioni pertanto, utilizzate dall'indagato Fabio Mavilia, non appaiono, per tal motivo trasmodare in attacchi gratuiti dell'altrui persona, inserendosi, piuttosto, in un contesto di dialettica e di competizione tra...omissis....politici".

martedì 3 gennaio 2017

RISPETTIAMO LA DEMOCRAZIA, NESSUN INCARICO DIRETTO.


“Soddisfacente Risposta” è l’analisi del Sindaco Leonardi sulla Democrazia Partecipata del 2016.
Analisi assolutamente non condivisa dal M5S di Mascalucia. 
Se per il Sindaco la partecipazione del 1,6% degli aventi diritto è un successo... forse lo ha paragonato ai mirabolanti risultati economici   dell' ex Premier, tutti con percentuali sotto l'unità?


Solo 350 cittadini su circa 22 mila aventi diritto sono andati al voto...la metà dell’anno scorso, quando votarono circa 650 persone. 

sabato 24 dicembre 2016

AUGURI DI BUONE FESTE A TUTTI.....!!!!


La partecipazione di massa al quesito referendario del 4 dicembre e la scelta effettuata dalla maggioranza degli italiani hanno decretato che la costituzione non si tocca.
La democrazia e la nostra Carta Costituzionale, sono i beni più preziosi che possediamo e vanno difesi da chiunque si permetta di calpestarli.

lunedì 19 dicembre 2016

NOI SIAMO DALLA PARTE DI MARCO



Che "Buona Scuola" è questa che non garantisce un sostegno competente per ogni bambino H?


Noi siamo dalla parte di Marco Calareso e di tutti i bambini come lui ai quali non vengono garantite le 25 ore di sostegno con competenze adeguate caso per caso.

Che non possono usufruire dei loro diritti e dei criteri stabiliti per legge.

lunedì 12 dicembre 2016

POKER

2011=2016
Il 4 dicembre 2016 il popolo italiano si è pronunciato sul referendum costituzionale con un voto dal doppio valore, spinto e voluto dal Presidente del Consiglio, il quale con una sbilanciata potenza mediatica dal costo esagerato (che paghiamo noi) ha dato una impronta politica ad un referendum costituzionale e i 19 milioni di NO sono stati consegnati all'interno delle urne come lettere di reclamo, forse più verso Renzi che a difesa della carta costituzionale, inviate da un mittente che sta soffrendo, da quasi un decennio, la crisi economica più brutta della nostra storia e cioè dal sud, dai giovani e dalle periferie.
Le sue (finte) dimissioni hanno aperto una crisi di governo, si sarebbero potute sciogliere le camere per portarci finalmente alle elezioni ed invece dopo i tre governi non votati da nessuno dal 2011 a oggi nominati da Napolitano: Monti, Letta, Renzi oggi ci troviamo il quarto governo nominato, Gentiloni.
Lo sappiamo che i media giocano un ruolo importante e già hanno iniziato il loro terrorismo mediatico e la legge elettorale ? Ci vuole un governo!
Come nella vita anche in politica volere è potere!

sabato 26 novembre 2016

DEMOCRAZIA PARTECIPATA 2016 ED ESPOSTO ALLA PROCURA.


Siamo giunti al terzo anno della Democrazia Partecipata a Mascalucia. La Giunta Municipale con la DELIBERA di GIUNTA 157 del 9.11.16 propone di determinare le “linee guida” per l’anno 2016, predisponendo degli STEP attraverso un atto di indirizzo.

Viene pubblicato un Avviso Pubblico sul sito del Comune, in data 10 Novembre 2016 nel quale si stabilisce il termine di presentazione dei progetti da parte dei “portatori di interesse” entro il 21 Novembre 2016 alle ore 12:00.

Il 21 Novembre scade il termine senza che il Comune abbia provveduto alla pubblicazione delle Linee Giuda per il 2016.

Durante la seduta consiliare del 23 Novembre 2016 il Sindaco Leonardi dichiara che “tutti i Progetti di Democrazia Partecipata sono stati fortemente ostacolati da alcuni Consiglieri Comunali anche con segnalazioni alla Procura  della Repubblica...”.

venerdì 28 ottobre 2016

2018: Scriviamo insieme il Programma Elettorale per Mascalucia



Il Meetup Amici di Beppe Grillo di Mascalucia ha già le idee chiare..!!!!
Vediamo da tempo molti volti noti alla politica locale,  ricercare una figura credibile da candidare a Sindaco per le prossime amministrative, alla quale far convergere liste piene delle solite facce...
Per noi è diverso. Si parte SEMPRE dal Programma Elettorale, dalle idee, dalle soluzioni.

giovedì 27 ottobre 2016

Un'altro Mutuo? NO, grazie.




Non siamo d'accordo ad accendere un nuovo mutuo.

Abbiamo appena scoperto che su Mascalucia pesano già 6 mutui per un costo di piu di 460 mila euro annue.

Addirittura anche per opere di cui i Cittadini non hanno mai goduto.

Un ulteriore mutuo di 300 mila euro per adeguare l'attuale palazzetto dello sport, dopo che per anni non è stato oggetto di periodica manutenzione...arrivando a farlo ridurre ai minimi termini, non ci trova d'accordo.

Chi ama veramente lo sport non lo trascura. E soprattutto non lo trascura a 360 gradi.

mercoledì 26 ottobre 2016

Campagna video #IoDicoNo


In occasione della campagna referendaria costituzionale che vedrà la sua conclusione per mezzo del voto del 4 dicembre 2016, gli Amici di Beppe Grillo di Mascalucia e la consigliera del M5S, presso il consiglio comunale di Mascalucia (CT), promuoveranno la campagna del no anche per mezzo di CLIP VIDEO DI POCHI SECONDI che illustreranno, anche per mezzo di interventi satirici, i motivi del NO..!!!!
Qualunque Cittadino fosse interessato a partecipare alla nostra campagna, ci invii un filmato di circa 30/40 secondi e gli verrà pubblicato sulle nostre pagine e in calce a questo articolo.


LA COSTITUZIONE NON È AL SERVIZIO DI UNO SOLO... AIUTACI A DIFENDERLA..!!!!

martedì 18 ottobre 2016

COMUNE DI MASCALUCIA MUTUI: tra gli altri, 700 mila euro per un'opera mai consegnata alla Cittadinanza

La rata annuale di ammortamento che complessivamente e cumulativamente il Comune di Mascalucia versa per fare fronte ai mutui accesi è di 464.772,76.

Grazie all'interrogazione protocollata ad Agosto 2016 (che potete visionare qui) , siamo venuti a conoscenza del fatto che attualmente a mascalucia ci sono 5 mutui accesi e tuttora vigenti.



I più recenti, risalgono al 2006, e sono i seguenti:

1) acceso il 25/10/2006 attraverso l'istituto per il credito sportivo per " Lavori di adeguamento campo calcio comunale Bonaiuto" un mutuo di 250 mila euro che scadrà con la fine di quest'anno. In questo caso, la somma da restituire con gli interessi, arriva a più di  309 mila euro, con un importo della rata di ammortamento pari a euro 15.474,23. 

lunedì 17 ottobre 2016

Mascalucia: La lotta all'ABUSIVISMO passa dalla discriminazione politica.


Il 13 Ottobre arriva in Consiglio Comunale il Regolamento per l'applicazione delle sanzioni amministrative nel merito degli abusi edilizi.
Il M5S presenta 6 emendamenti a prima firma, accompagnati dalle firme di altri Consiglieri di opposizione. 

Gli emendamenti miravano ad innalzare le sanzioni, in quanto in commissione si riscontrava che le cifre proposte fossero basse, si introduceva la possibilità di RATEIZZAZIONE non presente nella proposta e si stabiliva che le sanzioni da applicare tra il 2014 (anno di entrata in vigore del Decreto di riferimento) e  l'entrata in vigore del Regolamento Comunale, fossero valutate in funzione dell'aumento di superficie e volume dell'abuso edilizio, diversamente da come proposto nel regolamento, dove si applica il minimo di legge (2000 euro). Cosa per noi inconcepibile.